Vi presentiamo i tessuti più pregiati per l’arredamento e l’abbigliamento che la nostra Tessitura produce dal 1875. Alcuni sono ancora oggi realizzati a mano con telai originali del Settecento, unendo la poesia, la bellezza e l’unicità della produzione artigianale.

Velluto

Un tessuto di antiche origini orientali, dal caratteristico fitto pelo che gli dona una morbidezza e una brillantezza di colore senza pari. La sua particolare lavorazione consente di ottenere sia un pelo tagliato, liscio e molto lucido, che uno riccio, formato da piccoli anelli. Venezia, tra il XV e XVII secolo, era uno dei principali centri manifatturieri in cui veniva prodotto, per le residenze e gli abiti delle classi sociali più privilegiate.​

Velluto Palmyra | Tessitura Luigi Bevilacqua

Velluto a mano

Il più prezioso ed esclusivo tra i nostri tessuti, per la sua bellezza e per la sua complessa lavorazione, che ancora oggi utilizza telai originali del Settecento. Rientra in questa categoria il velluto soprarizzo o cesellato, il più raro e il più pregiato tra i velluti a mano perché è il frutto di un’arte antica portata avanti da pochissime tessiture al mondo. Il processo per realizzarlo è molto lento ed elaborato e consente di ottenere disegni che combinano velluto riccio e velluto tagliato, sui quali la luce si riflette in modo diverso, creando straordinari effetti di chiaro-scuro e profondità che conferiscono tridimensionalità al disegno.

Velluto soprarizzo | Tessitura Bevilacqua

Velluto animale

Questi velluti sono caratterizzati da fantasie animalier, un evergreen del mondo della moda e dell’arredamento, perché riescono a conferire stile e grande personalità in ogni contesto. Nel passato le fantasie animalier, simbolo di potere, onore e ricchezza, erano note come Zoote, e nel Settecento diventarono molto popolari. Nei nostri velluti, sono state reinterpretate anche con colori innovativi, per versioni più contemporanee.

Velluto animalier Leopardo | Tessitura Luigi Bevilacqua

Velluto multicolore

Da una lavorazione molto complessa, nascono splendidi velluti con disegni policromi di rara bellezza e ricchissimi di dettagli. Forme e colori vengono accostati con grande armonia e spiccano su fondi in tonalità neutre. I più famosi sono i velluti a giardino, con elaborati motivi floreali, che nel Seicento ebbero il loro periodo di massima diffusione.

Velluto Fioroni 002-30771 Multicolore Rosso | Tessiture Bevilacqua

Velluto bacchetta

Il nome di questo velluto deriva dalla lavorazione che richiede l’utilizzo di speciali bacchette per produrne il tipico pelo e che consente la creazione di un’ampia gamma di motivi decorativi con l’utilizzo di molteplici colori.

Velluto bacchetta Cardi | Tessitura Luigi Bevilacqua

Damasco

Il damasco è un magnifico tessuto operato leggero, setoso, dalla luminosità cangiante. I disegni sono ricchissimi di dettagli e risaltano lucidi sul fondo opaco, o viceversa, grazie al diverso modo in cui la luce si riflette sul filato. È un tessuto reversibile, perché il disegno è visibile sia sul dritto che sul rovescio, ma parti lucide e opache sono opposte, come nel negativo di una foto. Di origine cinese, ebbe un grande sviluppo nella città di Damasco, da cui prese il nome, e venne utilizzato soprattutto per gli arredi di palazzi nobiliari e paramenti sacri, anche impreziosito con decorazioni in filo d’oro e d’argento.

Damasco Giardino Craquelé | Tessitura Luigi Bevilacqua

Lampasso

Il lampasso è un prezioso tessuto operato, di antiche origini orientali. La sua complessa struttura di orditi e di trame permette di realizzare grandi disegni ad effetto tridimensionale che risaltano netti sul fondo. Spesso impreziosito da fili in oro o argento, si diffuse nel Rinascimento e per tutto il periodo Barocco. Nella seconda meta del ‘500 divenne il tessuto preferito per l’abbigliamento, ma oggi viene utilizzato nell’arredamento (tappezzerie, tendaggi, parati di lusso) e per paramenti ecclesiastici.

Lampasso Svezia | Tessitura Luigi Bevilacqua

Broccatello

Un tessuto pregiato, in cui elaborati disegni in rilievo vengono realizzati grazie alla contrapposizione di trame rigide, solitamente in canapa o lino, e orditi più leggeri in seta. Più leggero del broccato, il broccatello viene utilizzato fin dal Cinquecento nell’arredamento di lusso, per tappezzerie e paramenti sacri.

Broccatello Senatori verde | Tessiture Bevilacqua

Raso

Si tratta di un prezioso tessuto in seta dall’estrema lucentezza e incredibilmente liscio e leggero al tatto. Ciò che lo rende così lucido e uniforme è la sua armatura, ossia come i fili di ordito s’intrecciano con quelli della trama, utilizzata anche per realizzare tessuti operati come il damasco e il lampasso. Il raso non presenta disegni ed il suo rovescio è opaco. Le sue antiche origini sono cinesi e solo a partire dal Medioevo cominciò ad essere prodotto in Italia. Molto amato dalle classi più privilegiate per abiti e arredamento, venne scelto anche da Re Luigi XIV per i rivestimenti degli arredi del Palazzo di Versailles.

Raso Goffrato | Tessitura Luigi Bevilacqua
Subscribe To Our Newsletter

Subscribe To Our Newsletter

Join our mailing list to receive the latest news and updates from Tessitura Bevilacqua Venezia.

You have Successfully Subscribed!