Ecco a voi la limousine di Venezia: si chiama Dogaressa. Ed è una gondola. Siamo a Venezia, dopotutto, no? E quindi gli ospiti illustri viaggiano per la città a bordo di un’imbarcazione sontuosa. Questa, in particolare, è stata restaurata con l’aiuto di molti artigiani veneziani. Compresa la Tessitura Bevilacqua.

La storia della Dogaressa, la gondola da parata di Venezia

Oggi potete vedere la Dogaressa in una delle occasioni più speciali per Venezia: la Regata storica, una serie di competizioni su imbarcazioni tipicamente veneziane che si tiene ogni prima domenica di settembre.

Ma prima della gare sul Canal Grande passa il corteo storico, dal Bacino di San Marco fino alla stazione ferroviaria. Con le sue decine di imbarcazioni uguali a quelle antiche, vedere questa parata è come aprire una finestra sul Cinquecento. Le barche hanno infatti decorazioni sfarzose e trasportano doge, dogaressa e magistrati veneziani con gli abiti tipici dell’epoca.

La Dogaressa – che deve il suo nome alla moglie del doge – è una di queste barche e, anche se non è spettacolare come le dieci bissone, con le loro decorazioni a tema, cattura comunque lo sguardo. È nata però nello stesso cantiere delle bissone, la Cooperativa D. Manin, ad opera di Giovanni Giuponi.

Le sue decorazioni dorate e gli addobbi rossi la rendono degna del suo illustre ospite: il doge. Ma non è solo lui ad avere l’onore di salire su questa gondola speciale: a bordo sono stati anche altri personaggi importanti. Ben tre papi, ad esempio.

Il significato delle gondole per i nobili veneziani

Anche nei secoli passati a bordo delle gondole si spostavano personaggi di spicco della vita veneziana, o straniera, perché queste imbarcazioni erano un mezzo per esprimere il potere e la ricchezza di una famiglia.

Per questo motivo i nobili, nel tempo, resero le loro gondole sempre più lussuose e appariscenti. Almeno fino a quando il Senato veneziano non decise di mettere un limite a questi eccessi: per questo dal Seicento tutte le gondole sono nere.

O meglio, quasi tutte.

Gli ambasciatori stranieri non erano infatti toccati dalla legislazione veneziana. Quindi potevano decorare le loro gondole da parata come preferivano. E, come potete notare nel quadro di Canaletto L’arrivo dell’ambasciatore francese a Palazzo Ducale, non si facevano mancare intarsi preziosi, colori sgargianti e dorature. Ed è proprio alle gondole degli ambasciatori che s’ispira la Dogaressa, che ha infatti lo scafo bianco.

Il restauro degli artigiani di Venezia e i tessuti veneziani della Dogaressa

La Dogaressa è quindi una gondola speciale, che si distingue da tutte le altre che vedete lungo i canali veneziani per il colore, ma anche per:

  • le dimensioni: è più grande di una gondola comune, misura 11,4 metri in lunghezza e 1,54 in larghezza, mentre le sue sorelle nere arrivano circa a 11 e 1,4 metri;
  • le decorazioni: i ferri sono dorati e non grigi;
  • ha quattro remi: le gondole tradizionali, invece, possono averne anche soltanto uno.

 

Come racconta El Felze, l’associazione che si occupa del suo restauro, a ridare a questa imbarcazione il suo splendore, in occasione del Carnevale 2017, sono stati vari artigiani veneziani:

  • lo squerariòl ne ha rinforzato la struttura;
  • gli indoradóri hanno fatto splendere gli intarsi dorati;
  • i remèri hanno creato nuove forcole, gli scalmi a cui si appoggiano i remi;
  • gli intagiadóri hanno intagliato nel legno una testa di leone per la porta della cabina presente sulla gondola;
  • infine, i tapezièri hanno preparato nuovi cuscini utilizzando il nostro velluto Ardis. Che non solo è rosso, il colore degli abiti della più alta carica nel governo della Serenissima, ma ha anche lo stesso motivo usato all’epoca.

Questa gondola può quindi mostrarvi non solo lo splendore di una Venezia antica, ma anche la sua vitalità attuale, rappresentata da quegli artigiani che ne continuano le tradizioni.

Subscribe To Our Newsletter

Subscribe To Our Newsletter

Join our mailing list to receive the latest news and updates from Tessitura Bevilacqua Venezia.

You have Successfully Subscribed!