È possibile far sopravvivere insieme storia e contemporaneità? Date una sbirciatina dentro Palazzo Torres, la prossima volta che passate per Piazza San Marco, e scoprirete che la risposta è sì. Perché questo è un palazzo dell’Ottocento, ma oggi ospita la nuova boutique di Dolce & Gabbana. Ospiti speciali: i tessuti per tendaggi da interno Bevilacqua.

La storia e il restauro di Palazzo Torres a Venezia

Dimora di una famiglia nobile, poi albergo e poi banca: Palazzo Torres ha cambiato uso più di una volta. Ma non ha cambiato faccia: i suoi interni sono sempre rimasti quelli dell’Ottocento. E l’architetto Eric Carlson, dello studio Carbondale, ha fatto in modo che questa spettacolarità restasse tale anche nel negozio D&G da lui progettato.

Come c’è riuscito?

Con uno studio lungo anni e un restauro di 6 mesi, che ha dato nuova vita a pavimenti di marmo, soffitto di legno, muri e affreschi originali. E con l’aiuto di una squadra di artigiani veneziani, che hanno realizzato le finiture d’oro dei muri, fornito lampadari in vetro di Murano, mosaici in vetro e oro e specchi barocchi.

State attenti, quindi, se decidete di varcarne la soglia: da fuori vi sembrerà una – più o meno – innocua boutique di lusso, come le altre che popolano Calle Larga XXII Marzo. Ma al suo interno troverete un intero palazzo ad aspettarvi, assieme a un pezzo della storia e della cultura di Venezia.

Era infatti proprio questo lo scopo di Eric Carlson:

La genesi creativa della boutique Dolce & Gabbana è stato prima di tutto il voler realizzare una “meta culturale”.

Non una semplice boutique d’alta moda, quindi, ma un’immersione nella cultura di Venezia, la sua bellezza e il suo artigianato. Alla quale hanno preso parte anche alcuni dei nostri tessuti pregiati per arredamento.

Vediamo quali.

I velluti e damaschi di seta nella boutique di Dolce & Gabbana a Venezia

I tessuti Bevilacqua scelti come tende e sui paravento di questa boutique sono 2: il velluto Senatori e il damasco R Craquelé. Tipi di tessuti diversi, ma che hanno in comune l’epoca dalla quale provengono i loro disegni e il legame con Venezia.

Della storia del motivo Senatori vi abbiamo già parlato in questo articolo. E per questo velluto il collegamento con Venezia è subito fatto: il disegno è lo stesso che decorava gli abiti dei Senatori veneziani tra il Cinquecento e il Seicento.

Il damasco R Craquelé, invece, nasconde qualche sorpresa in più.

Prima di tutto, la sua relazione con Venezia: è stato già usato in un altro palazzo in città, Ca’ Vendramin Calergi, la sede del Casinò.

Secondo, è un degno rappresentante dello stile Luigi XIV, con le sue grandi figure in cui si intrecciano elementi floreali e vegetali e che si ripetono simmetricamente su tutto il tessuto. In 2 parole: grandiosi come voleva il Barocco, ma anche armoniosi, come nell’arte classica.

Queste 2 anime – la classica e la barocca – che il re Sole amava tanto unire, non le troverete soltanto nella reggia di Versailles: rivivono anche a Palazzo Torres. Assieme a capi e accessori d’alta moda contemporanei.

Ne volete sapere di più? Trovate ulteriori dettagli in questo articolo su Elle Decor Italia. Se invece volete vedere dove sono stati usati questi tessuti nella boutique, guardate questo video dello Studio Carbondale!

Subscribe To Our Newsletter

Subscribe To Our Newsletter

Join our mailing list to receive the latest news and updates from Tessitura Bevilacqua Venezia.

You have Successfully Subscribed!