Lampassi, velluti, damaschi e broccati hanno una cosa in comune, il cuore e il segreto della loro preziosità. E questo qualcosa è la seta, materia prima da cui tutti questi tessuti nascono. Ma lei, la seta, da dove ha origine?

I tessuti di seta arrivano in Europa

Dai bachi, direte voi. Ovviamente. Ma i bachi, all’epoca, cioè attorno al 2700 a.C., venivano coltivati esclusivamente in Cina, dove, appunto, nasce l’industria serica. Le storie di come la seta viene conosciuta in Europa e di come, più tardi, vi giungono i bachi, sono entrambe curiose.

Fosse ancora vivo, il generale Marco Licinio Crasso vi direbbe di non parlargli della battaglia di Carre. Purtroppo l’allora uomo più ricco di Roma morì proprio in quel giorno del 53 a.C.; lo scontro, che Crasso aveva cercato per diventare un condottiero alla pari di Cesare e Pompeo, permise comunque ai Romani di riportare in patria un tesoro: la seta.

Gli stendardi branditi dai Parti, infatti, erano di questo materiale prezioso, allora sconosciuto ai Romani, che cominciò in quel momento ad essere importato dalla Cina. Impero Romano e Cina, però, non entrano mai in contatto: sono i commercianti dei popoli che si trovano tra loro a permettere gli scambi. Ma i Romani sapevano bene che erano i Seri, cioè i Cinesi, a fabbricare il lanicio silvarum, come lo chiama Plinio il Vecchio (Naturalis Historia, VI, 54). E che vuol dire “filato delle foreste”. I Romani, insomma, non avevano un’idea molto chiara di come venisse prodotta la seta.

Ma come arrivano i bachi in Europa, allora?

Produzione tessuti in seta a Venezia

Grazie a due monaci, inviati in missione segreta dall’imperatore Giustiniano per procurarsi, appunto, i bachi da seta. Passo dopo passo ha così inizio la produzione serica in Europa, ma questo non pone fine al viavai sulla Via della Seta. O, forse, “Vie della Seta”, dato che non si tratta di un’unica strada, bensì di un groviglio di percorsi che univano l’Asia Orientale, soprattutto la Cina, all’Europa e al Vicino e Medio Oriente. E tra i primi occidentali a raggiungere la Cina usando la Via della Seta c’è Marco Polo (1254-1324).

Tessuti di seta 16° secolo | Tessitura Bevilacqua

Velluto soprarizzo con motivo del XVI secolo.

Dai suoi viaggi, Marco Polo riporta a Venezia, la sua patria, manufatti preziosi, ricchezza e, soprattutto, tessuti: sono i tessuti pregiati, infatti, a creare la fortuna dei mercanti di Venezia, ma anche di Firenze, Genova e Lucca. Ed è così che anche Venezia diventa un importante centro dell’industria serica, che, in Italia, conoscerà il suo massimo splendore nel XVI secolo.

Subscribe To Our Newsletter

Subscribe To Our Newsletter

Join our mailing list to receive the latest news and updates from Tessitura Bevilacqua Venezia.

You have Successfully Subscribed!