Colori primari e linee semplici: ai tessuti in stile Art Déco basta poco per dare un tocco moderno ma raffinato ad una stanza. Non aspettatevi però solo righe e quadrati: i disegni delle arti decorative degli anni Venti e Trenta avevano anche altre fantasie. Vediamo quali erano, e perché si sono diffuse proprio in quegli anni.

I diversi motivi decorativi dei tessuti Art Déco

Dell’Art Déco e del suo amore per le linee curve vi abbiamo già parlato in questo articolo sul Velluto Walls, ispirato a un monumento di New York. Quello che non vi abbiamo ancora raccontato è quali sono gli altri motivi decorativi che caratterizzavano gli interni dell’epoca.

Quelli più famosi sono i motivi geometrici. La corrente Liberty, con i suoi fiori e figure stilizzati e sinuosi non bastava a trasmettere la velocità e la potenza dei motori e dell’industria che affascinavano gli artisti dell’epoca.

Serviva uno stile più all’avanguardia, in grado di trasmettere l’idea del movimento, ma anche del lusso, in un’epoca di crescita economica. Le curve diventano perciò più ampie, come nel velluto Déco, disegnato da Carl Bergsten, e nel velluto Waves, e colori e figure si semplificano.

Forme geometriche e semplificate nei tessuti per arredamento

Animali, foglie e getti d’acqua vengono perciò ridotti a forme geometriche. Proprio quello che è successo alla colomba di questo velluto, disegnato negli anni Trenta dall’architetto Mario Romano per l’Ala Littoria (la vecchia compagnia aerea italiana). E che ricorda un po’ un uccello cubista.

Gradini, linee rette e mondi lontani

Insomma, i tessuti con motivi Art Déco non sono un semplice ammasso di linee raggruppate un po’ a casaccio: nascondono un significato. Nel velluto che vedete qui sotto, ad esempio, quelle figure in gruppi di 3 o 5 sono delle torri, collocate su gradini.

 

Anche dietro scale e linee spezzate si cela un’ispirazione particolare, che proviene direttamente dal mondo egizio, azteco, greco e romano. I loro vasi, manufatti e opere architettoniche trasmettevano infatti la stessa idea di grandezza e potenza che designer e artisti dell’epoca puntavano a esprimere.

Ai nostri antenati del secolo scorso non piaceva però soltanto viaggiare nel tempo, ma anche nello spazio, soprattutto verso mete lontane. E nelle loro case volevano ricreare la stessa aria di avventura.

Il fascino di terre selvagge racchiuso in tessuti pregiati

Il progresso della tecnica degli anni Venti ha reso molto più semplici anche i viaggi lunghi. Verso l’Africa, ad esempio. Ecco perché in questo periodo spopolano i tessuti con motivi animalier, che creano un’atmosfera esotica anche nelle moderne case occidentali.

Uno slancio verso il moderno e il futuro, ma con uno sguardo all’antichità e a culture lontane: ecco cosa caratterizza i tessuti ispirati all’Art Déco e li rende così eleganti, ancora oggi.

Subscribe To Our Newsletter

Subscribe To Our Newsletter

Join our mailing list to receive the latest news and updates from Tessitura Bevilacqua Venezia.

You have Successfully Subscribed!