Velluti multicolore

Con i loro disegni sfarzosi e ricchissimi di dettagli, i nostri velluti multicolore sono frutto di una lavorazione estremamente complessa che richiede l’utilizzo di più orditi supplementari. Sono soprattutto velluti a tema floreale, comparsi nel Seicento, oggi disponibili in diverse varianti colore.

I disegni dei velluti multicolore Bevilacqua

I disegni dei nostri velluti multicolore provengono da epoche antiche: Fioroni dal Barocco, Giardino Antico dalla fine del Settecento, Grottesche è caratterizzato da una combinazione di stili, perché unisce figure mitologiche cinquecentesche ed elementi architettonici barocchi con fiori e piante tipici del Rococò.

Questa collezione deve il suo nome alla presenza di fiori e figure dai molteplici colori, accostati armoniosamente per fare risaltare gli elaborati disegni. La tonalità dominante va dai classici verde, rosso o turchese al più contemporaneo petrolio, posti su un fondo a contrasto – di solito di color avorio o champagne.

Storia e peculiarità dei velluti policromi

I velluti policromi erano ambiti per la loro bellezza e ricercatezza. Già nel Quattrocento venivano prodotti nei maggiori centri tessili italiani, in particolare Venezia e Firenze. Tuttavia, a causa del complesso procedimento di realizzazione, non ebbero grande diffusione fino al Seicento. In questo periodo le innovazioni tecniche legate ai telai permisero ai tessitori di produrli in maniera più semplice e con maggiore ricchezza di elementi decorativi e colori. Fu così che durante il periodo barocco questi straordinari velluti ebbero la loro massima fioritura, in particolare quelli “a giardino” per i quali Genova deteneva il primato.​

per maggiori informazioni

Privacy