Anche quest’anno torniamo al Salone Internazionale del Mobile di Milano, dal 5 al 7 aprile. E porteremo con noi Leonardo Da Vinci, per mostrarvi qual è il legame dei tessuti antichi di Venezia con Milano, assieme a Chiodelli Arte. Ecco cos’abbiamo in programma.

Bevilacqua e Chiodelli Arte alla Milano Design Week 2017: gli eventi

Oltre al Salone vero e proprio, la Design Week comprende anche il Fuorisalone, un insieme di eventi sparsi in tutta la città di Milano, legati al mondo dell’arredo. Per questo motivo, durante questa settimana ci troverete in 2 luoghi diversi:

  • dal 5 al 7 aprile Bevilacqua e Chiodelli Arte esporranno i loro prodotti presso l’Atelier Virginio la Rocca, dalle 10.30 alle 19.00;
  • il 5 e 6 aprile ci ospiterà invece la meravigliosa Biblioteca Ambrosiana, nella Sala Sottofedericiana, dalle 19.30 alle 23.00, per 2 serate di gala dedicate a Leonardo Da Vinci e ai suoi nodi.

Questi nodi collegano infatti 2 città: Milano, dove si svolge il Salone, e Venezia, la nostra città. Vediamo come.

Tessuti antichi tra Milano e Venezia

Mentre il Salone Internazionale del Mobile svelerà agli operatori del settore tutte le meraviglie più recenti del design d’interni, al Fuorisalone la Tessitura Bevilacqua e Chiodelli Arte vi trasporteranno indietro nei secoli.

Con Chiodelli Arte, che produce a mano mobili d’arte, abbiamo collaborato anche lo scorso anno per realizzare la versione in blu del nostro velluto Leoni Bizantini. Quest’anno ci ha aiutato a organizzare un evento che spieghi il legame tra Venezia e Milano attraverso i nodi vinciani.

Vi abbiamo raccontato la storia di questi nodi qualche tempo fa, spiegandovi che compaiono in molti dei quadri di Leonardo Da Vinci. Quello che non vi abbiamo detto è come sappiamo che è stato proprio l’artista rinascimentale ad inventarli.

Il segreto lo svela il Codice Atlantico, il manoscritto che contiene molti dei disegni di Leonardo e dei suoi appunti su materie diverse. Tra di essi si trovano anche i disegni per le macchine tessili progettate per gli Sforza e quelle dei nodi vinciani.

Questi ultimi compaiono qui su una cintura, e poi su molti quadri, come quello della Dama con l’ermellino. Ma riappaiono anche in molti abiti del Cinquecento, e sui velluti prodotti dalla Tessitura Bevilacqua in questo periodo.

Leonardo Da Vinci - Dama con l'ermellino | Tessitura Bevilacqua
Leonardo Da Vinci - Dama con l'ermellino dettaglio | Tessitura Bevilacqua

I velluti Sforza e Da Vinci risalgono infatti agli anni tra la fine del Quattrocento e l’inizio del Cinquecento, e provano quindi l’esistenza di un collegamento tra Milano, la città governata dagli Sforza, e Venezia.

Velluto soprarizzo Da Vinci | Tessitura Bevilacqua
Velluto soprarizzo Sforza | Tessitura Bevilacqua

Perciò porteremo a Milano, per la prima volta, questi velluti veneziani, per mostrare ai visitatori della Milano Design Week 2017 il valore e i segreti delle produzioni artigianali italiane, e quanto sia importante scoprirne e proteggerne le tradizioni.

Se volete saperne di più su questi eventi, qui trovate il comunicato stampa.

Atelier Virginio La Rocca

Biblioteca Ambrosiana

Subscribe To Our Newsletter

Subscribe To Our Newsletter

Join our mailing list to receive the latest news and updates from Tessitura Bevilacqua Venezia.

You have Successfully Subscribed!