Velluti Bacchetta

I velluti a bacchetta devono il loro nome alla lavorazione su telaio, molto simile a quella dei velluti a mano. Per produrre questi velluti vengono infatti inserite delle bacchette sotto l’ordito di velluto. Rispetto alla lavorazione dei velluti manuali non è necessaria la presenza di una tessitrice che tagli l’ordito di pelo: è la bacchetta stessa che crea il velluto con la lama posta all’estremità, una volta sfilata dal telaio. Questi telai hanno inoltre la possibilità di lavorare sia il fondo che il pelo – cioè il velluto –, arricchendo così il tessuto di disegni supplementari, ottenuti grazie alla presenza di trame di diversi colori.

I disegni dei velluti a bacchetta Bevilacqua

La selezione di disegni presente nel nostro catalogo è molto ampia e include diverse categorie: Cardi per classici motivi floreali; Leoni Bizantini e Fiere con decori di animali che riprendono l’arte antica; Righe Piccole e Venezia per classici motivi a righe; Göteborg per uno stile contemporaneo.

Senatori riprende gli elementi decorativi presenti sulle toghe indossate dai Senatori veneziani nel Seicento, mentre Da Vinci è un disegno speciale, ispirato dai nodi inventati da Leonardo Da Vinci. Mosaico ha un’origine ancora più antica ed elevata: riprende il disegno sull’abito dell’Imperatore Giustiniano raffigurato nel mosaico della chiesa di San Vitale a Ravenna.

 

per maggiori informazioni

Privacy